Buoni propositi

E’ da poco iniziato un nuovo anno e, come è consuetudine, è tempo di buoni propositi. Gennaio si è aperto con una inconsueta attività sulla base dati: ho integrato, corretto, analizzato un significativo numero di soggetti e la via per i futuri sviluppi sembra tracciata anche se in modo non così evidente. Il primo proposito quindi è quello di mantenere questo ritmo di lavoro, lento ma costante, in modo da non perdere il filo della ricerca. Il secondo, derivante dal primo, è quello di raggiungere una situazione stabile della banca dati tale da poter cominciare il lavoro di analisi statistica che ci siamo prefissi. Il terzo più che un proposito è un desiderio: ottenere qualche risultato tangibile e, perché no, pubblicarlo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *